CESENA E IL SIMBOLO DELLA FESTA DEL SANTO PATRONO: IL FISCHIETTO DI SAN GIOVANNI.

Il 24 Giugno è San Giovanni: la tradizionale Fiera di Cesena (dal 22 al 25 giugno 2017)

 

 

La festa del Patrono di Cesena cade il 24 Giugno proprio nel periodo del solstizio d’estate: da questo momento in avanti le giornate smettono di allungarsi, per cominciare ad accorciarsi. Fin dall’antichità una notte legata alla magia e alle paure da esorcizzare. Infatti l’accorciarsi delle giornate e quindi l’avvicinarsi della stagione invernale con la natura che si spegne e “muore”,  instaurava nella persone un senso di angoscia e di paura che entità nefaste e oscuri personaggi dell’aldilà tornassero ad una dimensione terrena, portando caos e disagio nel mondo.

 

E allora come cacciare queste figure misteriose? Con il baccano! Fare rumore, in ogni modo possibile. Anche nella nostra Cesena questa tradizione millenaria era viva e la tecnica del “frastuono” ampiamente utilizzata tanto che nel XVII° secolo un vescovo cesenate, nel giorno di San Giovanni, fu addirittura costretto a proibire tutti questi strepiti e rumori. Una riprova ulteriore del fatto che la diatriba tra sacro e profano dura da 2000 anni e non si è ancora arrestata!

 

Quindi via libera a “fischi, trombe, campanacci e pive”! E fu proprio un fischietto a diventare il simbolo “pagano” della festa cesenate.

L’idea di creare i celebri fischietti in zucchero rosso fu di alcuni ambulanti dolciari, che già all’epoca (parliamo degli anni ‘30) si spostavano di fiera in fiera cercando di coniugare tradizioni locali e affari; crearono i primi stampini, li riempirono con l’ormai celebre zucchero rosso, dando vita al dolce fischietto a forma di galletto o piccola oca. Un dolcetto tuttora tanto amato da grandi e piccini simbolo della tradizione folkloristica cittatina.

Scopri qui il programma della Fiera.